La pratica

Nella seconda pratica superiore, LIAN GONG, si lascia scorrere l’energia in alcune zone del corpo sollecitando in maniera particolare i Lao Gong ed incrementando la consapevolezza della circolazione energetica.

Nella terza pratica superiore, DA ZUO, in posizione seduta, continua la circolazione di energia nel corpo andando a prendere consapevolezza del percorso che collega il Dan Tian ai Lao Gong.

Nella quarta pratica superiore, TONG ZI GONG, si raffina il Jing e si accumula il Qi nel Dan Tian, continuando a sentirlo e a farlo circolare nel corpo. In questa fase è possibile tramite contatto trasferire energia negli altri.

Nella quinta pratica superiore, LIANHE DANTIAN, si riuniscono i tre Dan Tian e, attraverso due particolari circolazioni energetiche ed una specifica tecnica di respirazione, si pratica il Fa Gong.

Infine come vertice di un insegnamento per secoli tenuto segreto in ristrette cerchie di scuole esoteriche Taoiste, trasmettiamo una pratica in cui Hou Tian e Xian Tian si incrociano con il richiamo supremo del Ling Qi.

La sesta pratica superiore, lo SHEN GONG o XIANG GONG (Tecnica dell’incenso) a causa del fatto che la pratica individuale inizia con l’utilizzo di bastoncini particolari di incenso e la cui durata è legata proprio alla durata dell’incenso stesso.

La trasmissione completa del simbolo (FU o GONG), la recitazione di una invocazione e i Mudra in cui sono posizionate le mani, sono al centro di questa pratica la cui interezza è appannaggio di pochi, ma che dona caratteristiche di trasmissione a distanza della propria capacità di emettere Qi.

 

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione ma si avvale solo cookie di tecnici e di parti terze per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.
Proseguendo nella navigazione se ne accetta l’uso. Per ulteriori dettagli può consultare la pagina cookie policy.